Le tecniche di trattamento osteopatiche

Metodiche fasciali


In osteopatia tutte le strutture di origine connettivale vengono definite FASCE, ma per maggior semplicità si può dire che le fasce sono dei tessuti che avvolgono i muscoli e li mettono in relazione fra loro. Hanno una importante funzione ogni volta che si instaura una disfunzione osteopatica che comporta delle tensioni muscolari inadeguate e sembra che abbiano una parte importante nel meccanismo di compenso che si crea sulle strutture muscolari ed articolari circostanti la zona della lesione osteopatica. Si può quindi dire che i meccanismi di compenso sono mediati dalle fasce.

Il mezzo di trasmissione di tutto l'insieme corporeo è quindi il sistema fasciale. Il tessuto connettivo nelle sue varie specializzazioni (sangue, ossa, muscoli, aponevrosi, legamenti, ecc…) permette il collegamento di tutti gli elementi del corpo umano. Il sistema fasciale è da immaginare come una fitta ragnatela che permette il collegamento delle varie strutture fra di loro.

osteopatia fisioterapia rapallo recco genova chiavari lavagna camogli santa margherita

La fascia, dunque, presente in ogni parte del corpo, costituisce un elemento fondamentale della fisiologia umana soprattutto grazie al suo ruolo di difesa.
Gli altri ruoli delle fasce sono:

- sostegno e supporto
- ammortizzazione
- emodinamico
- protezione
- comunicazione e scambi

La fascia risulta essere la prima difesa dell'organismo permettendo lo scambio tra ambiente intra ed extra cellulare. Questo sistema si organizza in vere e proprie catene e, una problematica che venga ad interessarlo segue proprio questi "percorsi". Per tale motivazione un dolore in una zona del corpo può essere solo il sintomo di una problematica ben più distante. Ogni trauma è poi conservato nella "memoria fasciale". La mano allenata e sensibile dell'osteopata è in grado di percepire una eventuale alterazione della motilità della fascia ed agire su quest'ultima.